29 Hab project

29Hab
è un complesso residenziale costituito da 29 unità residenziali, 7 locali commerciali, parcheggi interrati pubblici e privati, spazi pedonali e verde pubblico. 
Si tratta di un edificio situato nella zona di completamento e di espansione del paese. Il progetto materializza il pensiero di un cambiamento nello studio degli spazi e delle forme, al fine di migliorare la qualità della vita, in un tentativo di portare la ricercatezza dell’architettura urbana in una zona caratterizzata da edifici anonimi e amorfi. 
Il complesso, visibile già dall’autostrada, si identifica come un totem per le sue forme e i materiali impiegati. 
Le facciate alte quattro piani sono trattate con materiali che uniscono tradizione e tecnologia, come il legno e la pietra che rivestono le facciate ventilate. Le lunghe vetrate dei corpi scala alleggeriscono la struttura e creano un gioco di trasparenze illuminando gli spazi interni. 
Gli aggetti, anch’essi vetrati, sono l’espressione di una architettura effimera ed innovativa. 
Una grande corte centrale è il cuore dell’edificio, punto di riferimento e di incontro dal quale si accede agli appartamenti. 
Su questo spazio si affacciano le unità con balconi realizzati in vetro, dando ulteriore leggerezza all’intero edificio. 
Elemento fondante che lega le ventinove unità è il rapporto con l’esterno e con la vegetazione. Ogni unità risulta protetta e schermata dal contesto mediante un filtro di vegetazione sia orizzontale che verticale.  
Il piano terra con giardini privati, l’ultimo piano con i tetti giardino, i piani intermedi con grandi patii privati e gli spazi esterni pubblici ricchi di aree verdi, comprese parti di facciata rivestita da verde verticale, costituiscono l’innovazione predominante, il cui scopo non è solo quello di impreziosire, ma soprattutto di rendere salubre e ottimale l’ambiente in cui si vive, con la possibilità di valorizzare tali aree trasformandole in piccoli orti urbani.  I tetti giardino, i patii e i corpi scala diventano aree per piante e ortaggi, smaterializzando la superficie costruita.







Comments

Popular Posts